WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
Xagena Mappa

Stimolazione cerebrale profonda del nucleo accumbens per il disturbo ossessivo-compulsivo refrattario al trattamento


Il disturbo ossessivo-compulsivo è un disordine cronico psichiatrico che colpisce il 2% della popolazione generale. Anche quando i migliori trattamenti disponibili vengono applicati, circa il 10% dei pazienti ne rimane gravemente afflitto e va incontro a un deterioramento progressivo a lungo termine della malattia.

È stato svolto uno studio per determinare se la stimolazione bilaterale cerebrale profonda del nucleo accumbens sia una terapia efficace e sicura per il disturbo ossessivo-compulsivo refrattario al trattamento.

Lo studio consisteva in una fase di trattamento in aperto di 8 mesi, seguita da una fase crossover in doppio cieco con periodi di 2 settimane di stimolazione attiva o simulata casualmente assegnati, per terminare con una fase di mantenimento in aperto di 12 mesi.

Sono stati inclusi nello studio 16 pazienti ( età 18-65 anni ) con disturbo ossessivo-compulsivo secondo il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders che rispondevano ai rigorosi criteri per definire la refrattarietà al trattamento, ed è stato effettuato il trattamento con stimolazione cerebrale profonda bilaterale del nucleo accumbens.

L’efficacia primaria è stata valutata come un cambiamento dal basale del punteggio sulla Yale-Brown Obsessive Compulsive Scale ( Y-BOCS ). I pazienti responder sono stati definiti da una diminuzione del punteggio almeno del 35% su Y-BOCS.

Nella fase in aperto, il punteggio medio alla scala Y-BOCS è diminuito del 46%, dal 33.7 al basale fino al 18.0 dopo 8 mesi ( p minore di 0.001 ).
In tutto, 9 dei 16 pazienti sono risultati responder, con una diminuzione media del punteggio Y-BOCS del 23.7, pari al 72%.

Nella fase in doppio cieco, con trattamento simulato ( n=14 ), la differenza media di punteggio Y-BOCS tra stimolazione attiva e simulata è stata di 8.3, pari al 25% ( p=0.004 ).

La depressione e l’ansia sono notevolmente diminuite. Fatta eccezione per una leggera tendenza a dimenticare e una lieve difficoltà nel trovare le parole, non sono stati segnalati eventi avversi permanenti.

In conclusione, la stimolazione cerebrale profonda bilaterale del nucleo accumbens può essere un trattamento efficace e sicuro per il disturbo ossessivo-compulsivo refrattario al trattamento. ( Xagena2010 )

Denys D et al, Arch Gen Psychiatry 2010; 67: 1061-1068



Psyche2010 Neuro2010



Indietro