Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Reumabase.it

Rischio di morte per suicidio a seguito di trattamento con terapia elettroconvulsiva per la depressione


I precedenti studi che hanno esaminato il rischio di morte per suicidio dopo il trattamento con terapia elettroconvulsiva hanno fornito risultati confondenti, e la conseguente incertezza sul profilo rischio-beneficio della terapia elettroconvulsiva può aver contribuito al suo sottoutilizzo.

È stato confrontato il rischio di morte per suicidio dopo il ricovero psichiatrico tra gli individui con depressione che erano stati esposti a terapia elettroconvulsiva con quelli che non l'avevano subita.

È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo ponderato per il punteggio di propensione che ha utilizzato dati sanitari a livello di popolazione per adulti con depressione che erano stati ammessi a un Reparto psichiatrico designato in Ontario ( Canada ) per più di 3 giorni tra il 2007 e il 2017.

L'esito primario era la morte per suicidio identificata utilizzando le cartelle cliniche entro 365 giorni dalla dimissione.
È stato utilizzato il modello dei rischi proporzionali di Cox per stimare il rapporto di rischio specifico per causa ( csHR ) per gli individui esposti alla terapia elettroconvulsiva e non esposti alla terapia elettroconvulsiva.
Gli esiti secondari erano la morte per suicidio e la mortalità per tutte le cause.

Nella coorte analitica, c'erano 67.327 record di ospedalizzazione psichiatrica ( 27.231 uomini e 40.096 donne; età media 45.1 anni ), di cui 4.982 sono stati esposti a terapia elettroconvulsiva e 62.345 non-erano stati esposti a terapia elettroconvulsiva.
Non erano disponibili dati sull'etnia

Nelle analisi ponderate per il punteggio di propensione, la terapia elettroconvulsiva è stata associata a un rischio significativamente ridotto di morte per suicidio ( csHR 0.53 ).
Tener conto della morte non-per-suicidio come rischio concorrente non ha avuto alcun effetto sui risultati.
La terapia elettroconvulsiva è stata anche associata a un rischio significativamente ridotto di mortalità per qualsiasi causa ( 0.75 ), ma non di morte non-per-suicidio ( 0.83 ).

Tra gli individui ricoverati in ospedale con depressione, la terapia elettroconvulsiva è associata a un rischio significativamente ridotto di morte per suicidio nell'anno successivo alla dimissione.
Questo studio rafforza l'importanza della terapia elettroconvulsiva, in particolare per le persone con grave depressione. ( Xagena2022 )

Kaster TS et al, Lancet Psychiatry 2022; 9: 435-446

Psyche2022



Indietro