WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
Xagena Mappa

Mortalità correlata al cancro nelle persone con malattie mentali


Il tasso di mortalità da cancro è più elevato del 30% nei pazienti psichiatrici anche se la l’incidenza di cancro in questi soggetti non è superiore rispetto alla popolazione generale.

I motivi non sono ben definiti, ma se un aumento della mortalità da cancro fosse dovuto al solo stile di vita, l'incidenza di tumore dovrebbe risultare aumentata in modo simile.

Altre ipotesi includono ritardi nella presentazione, con stadi della malattia più avanzati al momento della diagnosi, e a difficoltà di accesso al trattamento dopo la diagnosi.

E’ stato valutato il motivo per cui i pazienti psichiatrici non presentano una più alta probabilità, rispetto alla popolazione generale, di sviluppare il cancro, ma hanno più probabilità di morire per cause neoplastiche.

Un'analisi record-linkage basata sulla popolazione ha confrontato i pazienti psichiatrici con la popolazione, utilizzando una coorte iniziale per calcolare i tassi e i rapporti di rischio.

Sono stati analizzati i registri di salute mentale e dei tumori e di mortalità per il periodo 1988-2007, nella Australia occidentale.

Si sono verificati 6.586 nuovi casi di tumore nei pazienti psichiatrici.

L'incidenza di cancro è stata inferiore nei pazienti psichiatrici, rispetto alla popolazione generale sia nei maschi ( rate ratio, RR=0.86 ) sia nelle femmine ( RR=0.92 ), anche se la mortalità è stata più alta ( maschi: RR=1.52; femmine: RR=1.29 ).

La proporzione di cancro con metastasi alla presentazione è stata significativamente più alta nei pazienti psichiatrici ( 7.1% ), rispetto alla popolazione generale ( 6.1% ).

I pazienti psichiatrici hanno avuto una ridotta probabilità di subire un intervento chirurgico ( hazard ratio, HR=0.81 ), in particolare per la resezione del colon-retto, della mammella e dei tumori della cervice.

Inoltre hanno ricevuto molta meno radioterapia per il seno, il colon-retto e i tumori uterini e un minor numero di sedute di chemioterapia.

In conclusione, anche se l'incidenza non è risultata più alta rispetto alla popolazione generale, i pazienti psichiatrici hanno più probabilità di avere metastasi alla diagnosi e meno probabilità di ricevere interventi specialistici.
Questo potrebbe spiegare la loro maggiore mortalità e mette in evidenza la necessità di migliorare lo screening e la rilevazione del tumore. ( Xagena2013 )

Kisely S et al, JAMA Psychiatry 2013; 70: 209-217

Psyche2013 Onco2013



Indietro