Forum Psichiatrico
GL Pharma
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Fattori di rischio ambientale, fattori protettivi e biomarcatori periferici per il disturbo ADHD


Sono stati studiati molti potenziali fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale e biomarcatori periferici per l'ADHD o disturbo da deficit di attenzione e iperattività, ma la costanza e l'entità dei loro effetti non sono ben definite.
Sono state valutate sistematicamente le evidenze pubblicate di associazione tra potenziali fattori di rischio, fattori protettivi o biomarcatori periferici e disturbo ADHD.

In una revisione generale di meta-analisi, sono state incluse revisioni sistematiche che hanno fornito meta-analisi di studi osservazionali che hanno esaminato le associazioni di potenziali fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale o biomarcatori periferici con diagnosi di disturbo ADHD.

Sono state incluse meta-analisi che hanno utilizzato criteri di diagnosi categorica di disturbo ADHD secondo il DSM, disturbo ipercinetico secondo ICD o criteri meno rigorosi del DSM o dell'ICD, come l'autovalutazione.
Sono stati esclusi articoli che non hanno esaminato fattori di rischio ambientale, fattori di protezione ambientale, o biomarcatori periferici dell'ADHD; articoli che non hanno incluso una meta-analisi; e articoli che non hanno presentato dati sufficienti per una nuova analisi.

Sono state calcolate le stime degli effetti sommatorie ( odds ratio, OR; rischio relativo RR; differenza media ponderata WMD; d di Cohen e g di Hedges ), eterogeneità statistica I2, intervallo di previsione del 95%, piccoli effetti dello studio e bias di significatività eccessiva.

Sono stati identificati 1.839 articoli, di cui 35 erano idonei per l'inclusione.
Questi 35 articoli hanno prodotto 63 meta-analisi comprendenti 40 fattori di rischio ambientale e fattori di protezione ambientale ( casi mediani 16.850, popolazione mediana 91.954 ) e 23 biomarcatori periferici ( casi mediani 175, controlli mediani 187 ).

L'evidenza dell'associazione è stata convincente ( classe I ) per obesità materna pre-gravidanza ( odds ratio, OR 1.63 ), eczema infantile ( 1.31 ), disturbi ipertensivi durante la gravidanza ( 1.29 ), pre-eclampsia ( 1.28 ) ed esposizione materna al Paracetamolo durante la gravidanza ( rischio relativo, RR 1.25 ).

L'evidenza dell'associazione è stata altamente suggestiva ( classe II ) per il fumo materno durante la gravidanza ( OR 1.6 ), asma infantile ( 1.51 ), sovrappeso materno pre-gravidanza ( 1.28 ) e vitamina D sierica ( differenza media ponderata, WMD -6.93 ).

Obesità materna pre-gravidanza e sovrappeso; preeclampsia, ipertensione, esposizione al Paracetamolo e fumo durante la gravidanza; malattie atopiche infantili sono state fortemente associate all'ADHD.
Precedenti studi familiari hanno indicato che l'obesità materna pre-gravidanza, il sovrappeso e il fumo durante la gravidanza siano confusi da fattori familiari o genetici, e sono quindi necessari ulteriori studi di alta qualità per stabilire la causalità. ( Xagena2020 )

Kim JH et al, Lancet Psychiatry 2020; 7: 955-970

Psyche2020



Indietro