Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Xagena Salute

Efficacia del trattamento ed efficacia nel mondo reale negli adulti con disturbo depressivo maggiore e storia di traumi infantili


Il trauma infantile è un fattore di rischio comune e potente per lo sviluppo di un disturbo depressivo maggiore in età adulta, associato a un esordio precoce, più sintomi cronici o ricorrenti e una maggiore probabilità di avere comorbilità.

Alcuni studi hanno indicato che le farmacoterapie e le psicoterapie basate sull'evidenza per la depressione degli adulti potrebbero essere meno efficaci nei pazienti con una storia di trauma infantile rispetto ai pazienti senza trauma infantile, ma i risultati sono incoerenti.

Pertanto, si è determinato se gli individui con disturbo depressivo maggiore, comprese le forme croniche di depressione, e una storia segnalata di trauma infantile, avessero sintomi depressivi più gravi prima del trattamento, avessero esiti terapeutici più sfavorevoli dopo trattamenti attivi, e fossero meno propensi a beneficiare di trattamenti attivi rispetto a una condizione di controllo, rispetto agli individui con depressione senza traumi infantili.

È stata fatta una meta-analisi completa. La selezione degli studi ha combinato la ricerca di database bibliografici dal 2013 al 2020 e studi clinici randomizzati identificati da diverse fonti dal 1966 al 2016-19.

Sono stati inclusi studi randomizzati controllati e studi aperti che avevano confrontato l'efficacia o l'efficacia nel mondo reale della farmacoterapia basata sull'evidenza, della psicoterapia o dell'intervento di combinazione per pazienti adulti con disturbi depressivi e la presenza o l'assenza di traumi infantili.
Due ricercatori indipendenti hanno estratto le caratteristiche dello studio.

L'esito primario era la variazione della gravità della depressione dal basale alla fine della fase di trattamento acuto, espressa come dimensione dell'effetto standardizzata ( g di Hedges ).

Da 10.505 pubblicazioni, 54 studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione, di cui 29 ( 20 studi randomizzati e controllati e 9 studi aperti ) hanno fornito dati di un massimo di 6.830 partecipanti ( fascia di età 18-85 anni, individui di sesso maschile e femminile e dati specifici sull'etnia non-disponibili ).

Più della metà dei pazienti ( 4.268 su 6.830, 62% ) con disturbo depressivo maggiore ha riportato una storia di trauma infantile.
Nonostante avessero una depressione più grave al basale ( g=0.202, I2=0% ), i pazienti con trauma infantile hanno beneficiato del trattamento attivo in modo simile ai pazienti senza storia di trauma infantile ( differenza di effetto del trattamento tra i gruppi g=0.016, I2=44.3% ), senza differenze significative negli effetti del trattamento attivo ( rispetto alla condizione di controllo ) tra individui con e senza trauma infantile ( trauma infantile g=0.605, I2=58.0%; nessun trauma infantile g=0.178, I2=67.5%; differenza tra i gruppi P=0.051 ) e simili tassi di abbandono ( rapporto di rischio, RR=1.063, I2=0% ).

I risultati non sono variati significativamente per tipo di trauma infantile, disegno dello studio, diagnosi di depressione, metodo di valutazione del trauma infantile, qualità dello studio, anno o tipo o durata del trattamento, ma sono cambiati per Paese ( gli studi nordamericani hanno mostrato effetti terapeutici maggiori per i pazienti con trauma infantile; tasso di false scoperte corretto P=0.0080 ).

La maggior parte degli studi presentava un rischio di bias da moderato ad alto ( 21 su 29, 72% ), ma l'analisi di sensibilità negli studi a basso bias ha prodotto risultati simili a quando tutti gli studi sono stati inclusi.

Contrariamente a studi precedenti, sono state trovato evidenze che i sintomi dei pazienti con disturbo depressivo maggiore e traumi infantili migliorano significativamente dopo trattamenti farmacologici e psicoterapeutici, nonostante la maggiore gravità dei sintomi depressivi.

La psicoterapia e la farmacoterapia basate sull'evidenza dovrebbero essere offerte ai pazienti con disturbo depressivo maggiore indipendentemente dallo stato di trauma infantile. ( Xagena2022 )

Childhood Trauma Meta-Analysis Study Group; Lancet Psychiatry 2022; 9: 860-873

Psyche2022 Pedia2022



Indietro