WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
GL Pharma
EPA 2017

Effetti della Colina perinatale sulla fisiopatologia neonatale connessa al rischio di schizofrenia


L’inibizione cerebrale insufficiente è un deficit cerebrale fisiopatologico legato a scarso gating sensoriale e scarsa attenzione presente nella schizofrenia e in altri disturbi.
L’inibizione cerebrale si sviluppa nel periodo perinatale, influenzata da fattori genetici e in utero.

La Colina amniotica attiva i recettori alfa 7-nicotinici fetali e facilita lo sviluppo della inibizione cerebrale.
Aumentare questa attivazione può proteggere i neonati da malattie future, promuovendo lo sviluppo normale del cervello.

Sono stati studiati gli effetti della supplementazione di Colina perinatale per lo sviluppo della inibizione cerebrale nei neonati.

Uno studio clinico randomizzato controllato con placebo sull’integrazione dietetica con Fosfatidilcolina è stato condotto su 100 donne sane in gravidanza, a partire dal secondo trimestre.
L’integrazione a due volte i livelli normali nella dieta per la madre o il neonato e continuata fino al terzo mese post-natale.

Tutte le donne hanno ricevuto consigli dietetici indipendentemente dal trattamento.

Sono state analizzate le registrazioni elettrofisiologiche dei neonati relative alla inibizione della componente P50 della risposta cerebrale evocata da suoni accoppiati.
Il criterio per l’inibizione era la soppressione della ampiezza della seconda risposta P50 almeno della metà, rispetto alla prima risposta.

Non sono stati osservati effetti negativi della Colina sulla salute materna, sul parto, sulla nascita o sullo sviluppo infantile.

Alla quinta settimana post-natale, la risposta P50 è risultata soppressa in un numero più alto di neonati trattati con la Colina ( 76% ) rispetto ai neonati trattati con placebo ( 43% ) ( effect size=0.7 ).

Non sono state rilevate differenze alla 13ª settimana.

Un genotipo CHRNA7 associato con la schizofrenia è stato correlato con la diminuita inibizione di P50 nei neonati trattati con placebo, ma non nei bambini trattati con Colina.

In conclusione, un ritardo dello sviluppo neonatale nella inibizione è associato a problemi di attenzione con la crescita del bambino.
La Colina perinatale attiva un tempestivo sviluppo della inibizione cerebrale, anche in presenza di mutazioni genetiche che altrimenti lo ritarderebbero. ( Xagena2013 )

Ross RG et al, Am J Psychiatry 2013; 170: 3: 290-298

Psyche2013 Gyne2013 Farma2013


Indietro