American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
Xagena Mappa

Benzodiazepine nel trattamento della aggressività o della agitazione indotte da psicosi


La malattia psicotica acuta, specialmente se associata ad agitazione o a comportamenti violenti, può richiedere sedazione farmacologica urgente o sedazione.
In diversi Paesi, i medici usano spesso le benzodiazepine ( da sole o in combinazione con antipsicotici ) con l’obiettivo di ottenere questo risultato.

Sono stati esaminati in una revisione gli effetti delle benzodiazepine, da sole o in combinazione con antipsicotici, rispetto a placebo o ad antipsicotici, da sole o in combinazione con antistaminici, per controllare il comportamento disturbato e ridurre i sintomi psicotici.

Sono stati inclusi tutti gli studi clinici randomizzati ( RCT ) che hanno messo a confronto le benzodiazepine da sole o in combinazione con qualunque antipsicotico, versus antipsicotici da soli o in combinazione con altri antipsicotici, benzodiazepine o antistaminici, per le persone con malattie psicotiche acute.

Sono stati inclusi 21 studi per un totale di 1.968 partecipanti.

Non è stata riscontrata alcuna differenza significativa per la maggior parte dei risultati in uno studio che ha confrontato benzodiazepine con placebo, anche se c'è stato un rischio più alto di assenza di miglioramento nelle persone che hanno ricevuto placebo a medio termine ( da 1 a 48 ore ) ( n=102, 1 RCT, RR 0.62, evidenza di qualità molto bassa ).

Non vi è stata alcuna differenza nel numero di partecipanti che non erano migliorati nel medio termine, quando le benzodiazepine sono state confrontate con gli antipsicotici ( n=308, 5 RCT, RR=1.10, evidenza di bassa qualità ); tuttavia, le persone che hanno assunto benzodiazepine hanno avuto meno probabilità di avere effetti extrapiramidali ( EPS ) a medio termine ( n= 536, 8 RCT, RR=0.15, evidenza di qualità moderata ).

Dai dati del confronto tra benzodiazepine e antipsicotici rispetto alle sole benzodiazepine non sono emersi risultati significativi.

Quando sono state confrontate le combinazioni benzodiazepine / antipsicotici ( tutti gli studi hanno utilizzato Aloperidolo ) con gli stessi antipsicotici da soli ( Aloperidolo ), non è stata osservata alcuna differenza tra i gruppi nel miglioramento a medio termine ( n=155, 3 RCT, RR=1.27, evidenza di qualità molto bassa ), ma la sedazione è stata più probabile nelle persone che hanno ricevuto la terapia di combinazione ( n=172, 3 RCT, RR=1.75, 95% CI 1,14-2,67, evidenza di qualità molto bassa ).

Tuttavia, più partecipanti cha hanno ricevuto benzodiazepine e Aloperidolo non sono migliorati a medio termine rispetto ai partecipanti che hanno ricevuto Olanzapina ( n=60, 1 RCT, RR=25, evidenza di qualità molto bassa ) o Ziprasidone ( n=60, 1 RCT, RR=4, evidenza di qualità molto bassa ).
Quando Aloperidolo e Midazolam sono stati confrontati con Olanzapina, la combinazione è stata superiore in termini di miglioramento, sedazione e comportamento.

In conclusione, le prove ottenute dagli studi per l'uso di benzodiazepine da sole non sono buone.
Ci sono relativamente pochi dati adeguati e la maggior parte degli studi sono troppo piccoli per evidenziare differenze di effetti positivi o negativi.
L'aggiunta di una benzodiazepina ad altri farmaci non sembra conferire un chiaro vantaggio mentre ha il potenziale di provocare effetti avversi non necessari.
L’uso esclusivo dei vecchi antipsicotici non accompagnati da farmaci anticolinergici sembra difficile da giustificare.
In questo ambito è necessaria una ricerca di qualità molto più alta. ( Xagena2013 )

Gillies D et al, Cochrane Database Syst Rev 2013; Sep 18;9:CD003079

Psyche2013 Farma2013


Indietro