Forum Psichiatrico
GL Pharma
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Associazione di immunodeficienze umorali primarie con disturbi psichiatrici e comportamento suicidario e ruolo delle malattie autoimmuni


L'ipotesi che la funzione immunitaria perturbata sia implicata nella fisiopatologia dei disturbi psichiatrici e del suicidio sta guadagnando credito, ma i meccanismi alla base sono in gran parte sconosciuti.

Le immunodeficienze umorali primarie ( PID ) sono carenze rare del sistema immunitario, principalmente disfunzioni della produzione di anticorpi, e sono associate a problemi di salute avversi, come infezioni ricorrenti e malattie autoimmuni.

Si è stabilito se le immunodeficienze PID che influenzano la funzione e il livello degli anticorpi siano associate a disturbi psichiatrici a vita e a comportamento suicidario, e se questa associazione sia spiegata dalla co-occorrenza di malattie autoimmuni.

Uno studio di coorte basato sulla popolazione e sui fratelli ha incluso più di 14 milioni di individui che vivevano in Svezia dal 1973 al 2013.
I dati sono stati raccolti fino al 2013.

Le persone con immunodeficienza PID sono state collegate ai loro fratelli pieni ( stessi genitori ), ed è stato creato un numero di identificazione della famiglia.
I dati sono stati analizzati dal 2019 al 2020, valutando le esposizioni delle persone a immunodeficienza PID e a malattie autoimmuni.

Gli esiti principali erano registrazioni nel corso della vita di 12 disturbi psichiatrici maggiori e comportamenti suicidari, inclusi tentativi di suicidio e morte per suicidio.

Una diagnosi a vita di immunodeficienza PID in grado di influenzare i livelli di immunoglobuline è stata identificata in 8.378 pazienti ( 4.947 donne, 59.0%; età media alla prima diagnosi, 47.8 anni ).
È stato identificato un totale di 4.776 gruppi di fratelli pieni discordanti per immunodeficienza PID.

Dopo l'aggiustamento per le malattie autoimmuni in comorbilità, le immunodeficienze PID sono state associate a maggiori probabilità di qualsiasi disturbo psichiatrico ( odds ratio aggiustato, aOR, 1.91 ) e di qualsiasi comportamento suicida ( aOR, 1.84 ).

Le associazioni sono state significative anche per tutti i disturbi psichiatrici individuali ( range di aOR, 1.34 per la schizofrenia e altri disturbi psicotici fino a 2.99 per i disturbi dello spettro autistico ), morte per suicidio ( aOR, 1.84 ) e tentativi di suicidio ( aOR, 1.84 ).

Nei confronti tra fratelli, le associazioni sono state attenuate ma sono rimaste significative per i risultati aggregati ( aOR per qualsiasi disturbo psichiatrico, 1.64; aOR per qualsiasi comportamento suicidario, 1.37 ), la maggior parte dei disturbi individuali ( range di aOR, 1.46 per disturbi da uso di sostanze fino a 2.29 per disturbi dello spettro autistico ) e tentativi di suicidio ( aOR, 1.41 ).

L'esposizione congiunta a immunodeficienza PID e malattie autoimmuni ha prodotto le probabilità più alte per qualsiasi disturbo psichiatrico ( aOR, 2.77 ) e qualsiasi comportamento suicida ( aOR, 2.75 ).

Le associazioni con esiti psichiatrici ( aOR, 2.42 vs 1.65 ) e comportamento suicidario ( aOR, 2.43 vs 1.40 ) erano significativamente più forti per le donne rispetto agli uomini con immunodeficienza PID.

Le immunodeficienze umorali primarie sono state fortemente associate a psicopatologia e comportamento suicidario, in particolare nelle donne.
Le associazioni non possono essere completamente spiegate da malattie autoimmuni concomitanti, suggerendo che la disfunzione degli anticorpi possa svolgere un ruolo, sebbene siano possibili altri meccanismi.

Gli individui con immunodeficienza umorale primaria e malattie autoimmuni hanno mostrato il più alto rischio di disturbi psichiatrici e suicidio, suggerendo un effetto additivo.
Gli studi futuri dovrebbero esplorare i meccanismi alla base di queste associazioni. ( Xagena2020 )

Isung J et al, JAMA Psychiatry 2020; 77: 1147-1154

Psyche2020 Med2020



Indietro