EPA 2017
American Psychiatric annual meeting
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
Xagena Mappa

Aloperidolo più Prometazina in caso di aggressività indotta da psicosi


I servizi sanitari gestiscono spesso persone agitate o violente e per i servizi di emergenza psichiatrica questo tipo di comportamento ha un’elevata prevalenza ( 10% ).
I farmaci utilizzati in queste situazioni dovrebbero assicurare che il paziente riacquisti la calma in modo rapido e sicuro.

I Ricercatori della Universidade Federal di Rio de Janeiro, in Brasile, hanno condotto una revisione della letteratura per valutare se l’Aloperidolo ( Haldol, Serenase ) più Prometazina ( Farganesse ) fosse un trattamento efficace per l’agitazione, aggressività indotta da psicosi.

Sono stati inclusi nell’analisi tutti gli studi clinici randomizzati che coinvolgevano persone aggressive con psicosi per le quali era stato utilizzato Aloperidolo più Prometazina.

Sono stati identificati 4 studi rilevanti e di alta qualità.

Uno studio ha confrontato la combinazione Aloperidolo più Prometazina con Midazolam ( n=301 ), 1 con Lorazepam ( n=200 ), 1 con il solo Aloperidolo ( n=316 ) e 1 con Olanzapina intramuscolare ( n=300 ).

In Brasile, la combinazione Aloperidolo più Prometazina è risultata essere uno stumento efficace di tranquillizzazione con oltre i due terzi delle persone tranquille o sedate in 30 minuti, ma Midazolam è risultato più rapido ( n=301, risk ratio [ RR ] 2.9, numero necessario per il danno [ NNH ] 5 ).

In India, rispetto a Lorazepam, più persone sono risultate tranquille o sedate in 30 minuti se trattate con la terapia di combinazione ( n=200, RR=0.26, numero necessario da trattare[ NNT ] 8 ).

Nelle ore successive al trattamento le differenze osservate sono risultate trascurabili.

Una persona trattata con Midazolam ha mostrato depressione respiratoria ( 0.7%, curata con Flumazenil ); una trattata con Lorazepam ( 1% ) ha mostrato difficoltà respiratorie.

Circa l’1% delle persone trattate con Aloperidolo è andato incontro a crisi convulsiva.

A 20 minuti, la somministrazione intramuscolare di Aloperidolo più Prometazina è risultata più tranquillizzante del solo Aloperidolo per via intramuscolare ( 1 studio, n=316, RR=0.65, NNT=7 ).

L’Aloperidolo somministrato senza Prometazina in questa situazione ha causato frequenti effetti avversi gravi ( NNH=15 ).

L’Olanzapina ( Zyprexa ) si è dimostrata altrettanto rapida nel tranquillizzare della combinazione Aloperidolo e Prometazina ( 1 studio, n=300, RR tranquillo o dormiente a 15 minuti 0.74 ), ma non ha mostrato un effetto duraturo, e un numero superiore di persone ha avuto bisogno di una nuova dose di farmaco entro 4 ore ( 1 studio, n=300, RR=0.48, NNT=5 ) e di essere nuovamente valutata dal medico ( 1 studio, n=300, RR=0.47, NNT=6 ).

In conclusione, tutti i trattamenti valutati sono risultati efficaci.
Le benzodiazepine, tuttavia, possono potenzialemte causare depressione respiratoria, probabilmente Midazolam in misura maggiore rispetto a Lorazepam, ed è difficile giustificare l’utilizzo di questo gruppo di farmaci al di fuori di contesti che non siano in grado di gestire le conseguenze di uno stress respiratorio.
L’Aloperidolo da solo dovrebbe essere evitato a causa del rischio di effetti avversi a meno che non sia l’unica scelta disponibile.
L’Olanzapina per via intramuscolare ha una durata d’azione breve e spesso è necessaria una seconda iniezione.
L’associazione Aloperidolo e Prometazina utilizzata in due diverse situazioni in Brasile e in India ha mostrato rapidità d’azione con un buon profilo di sicurezza. ( Xagena2009 )

Huf G et al, Cochrane Database Syst Rev 2009; (3): CD005146


Farma2009 Psyche2009


Indietro